venerdì 26 novembre 2010

[2] 7a Puntata - 26 Novembre 2010

Forse la redazione di “Collegamenti” si è spinta oltre ai limiti di un Universo ancora da esplorare e capire, quello di personaggi famosi come Margherita Hack. La quale aveva accettato di farsi intervistare telefonicamente, ma in diretta non ha risposto alla nostra chiamata. Mentre si ripetono i tentativi della regia di stabilire un contatto, si improvvisa un dialogo su quello che si voleva chiedere alla famosa astrofisica. Si parla tramite conoscenza personale di buchi neri e altri misteri cosmici, di big-bang e asteroidi e, infine, del progetto Virgo che studia le onde gravitazionali e ha sede nelle campagne cascinesi.

INTERVISTA A MARGHERITA HACK

Gentili Amici, putroppo per un problema tecnico l'intervista all'Astrofisica Margherita Hack che doveva andare in onda stamani è stata posticipata il 10 dicembre.
Ci scusiamo con tutti voi

lunedì 22 novembre 2010

VENERDI' INTERVISTA A MARGHERITA HACK


VENERDI' PROSSIMO 26 NOVEMBRE INTERVISTEREMO L'ASTROFISICA MARGHERITA HACK

SEGUITECI SULLE FREQUENZE DI PUNTO RADIO (91.1 - 91.6) O DIRETTAMENTE DA QUESTO BLOG
------------------------------------------------------
L'INTERVISTA A M. HACK E' STATA POSTICIPATA AL 10 DICEMBRE

Siamo su YOUTUBE

Collegamenti è anche su YOUTUBE dove saranno pubblicati tutti i video del nostro progetto radio.

venerdì 19 novembre 2010

[2] 6a Puntata - 19 Novembre 2010

La lettura di un brano scritto da Silvia, fa da apertura alla puntata. Segue un dibattito in studio sul tema: l’Universo. Ognuno dice liberamente quello che pensa sull’argomento. Interviene anche Dario, studente dell’Istituto Pesenti. Si conclude con la lettura di una poesia attinente al tema del giorno. E, infine, dando notizia di una festa.

Lo spazio di Silvia 5 (19 novembre 2010)

Nella notte affacciata alla finestra, con gli occhi aperti per vedere il buio, tocco tutte quelle cose che di giorno si nascondono. Mi soffermo, e ci sono i ricordi, le memorie, libri già scritti dall’esperienza, i biglietti d’auguri per il compleanno, come le carte da gioco con gli angoli consumati … Sento il sapore di una sigaretta viziata di sonnambulismo che fuma nell’aria gelida delle cinque del mattino. Ci sono scarpe passate di moda, barattoli di zucchero finiti e bottiglie d’acqua bevute; sguardi mai incrociati. Detersivi lasciati aperti, il rumore sordo di una porta che sbatte; arriva un messaggio alle dieci di domenica sera. Ci sono persone, e bagni senza specchio, ci sono acidi e inchiostri neri con le loro lamentele in un’agenda. C’è odore di pelle bruciata e una lettera in un cestino, c’è una bimba con la testa china che si brucia implorando una stella di farla salire. Ci sono meteore che non sono soltanto passate perché sulla spalla sento il respiro di un livido, effetto della collisione, ci sono pensieri in fila che girano e che si mordono la coda cercando il sole di una buona ragione per decidere di restare,e sopravvivere.
C’è il nero di una rabbia autentica, che fa da sfondo alla somma di me stessa, del potenziale di quello che sono e che ho, diviso per la vita. Si chiama Universo, forse, e allora le stelle sono tanti piccoli chiodini ai quali mi appendo disperata per restare impressa in quella foto un po’ bianca e un po’ nera. Finché non sceglierò di guardarla e di vedere una cosa enormemente importante parlare di me.
Mi slancio di scatto verso un buon vino rosso, anche se ogni volta che mi affaccio ho le ciabatte, e l’aria di chi non vuole correre, ma fermarsi a riflettere.
Un buon sessanta per cento di quello che c’è in me, sono punti interrogativi e la presenza di un umano che domanda al saggio, ogni circa diciotto secondi circa. E anche se, con tutta certezza, non c’è una risposta ad ogni domanda, e talvolta per una singola domanda ci possiamo permettere il lusso sfrenato di avere risposte multiple, ho ancora la certezza di essere lì, incredula di fronte all’amore e anoressica di giudizi positivi, nel mio universo. E in equilibrio su un foglio, tra quadrettini bianchi e parole di inchiostro nero.
Da quando ero scivolata sulla buccia di mela, la moda riserva modelli di versi diversi e ognuno ha reazione per ogni diverso su fumo. Ciascuno è atipico e a tratti conformista e per certi versi reazionario. Ognuno con una coscienza di sé diversa in tasca.

AUDIO 

mercoledì 17 novembre 2010

Viaggio a Roma (8-10 novembre 2010)

FotoAlbum del nostro viaggio a Roma :)



venerdì 12 novembre 2010

[2] 5a Puntata - 12 Novembre 2010

Al ritorno da un viaggio a Roma, dove si è svolta una conferenza sulla malattia mentale, la redazione decide di far conoscere al pubblico la storia personale di ciascuno, vissuta partecipando al progetto radio. Ci si collega poi con un’altra radio, legata alla salute mentale,  che ha sede all’Aquila. I pezzi musicali ascoltati sono di un gruppo musicale dell’Aquila presente alla conferenza.

giovedì 11 novembre 2010

RINGRAZIAMENTI

CHI E' PASSATO PER LA NOSTRA REDAZIONE:

STEFANO BAUER, ROSARIA CALABRITTO, FRANCESCO PANCANTI, GIUSY CHIARAMONTE, DESIREE, MARCO BOLOGNESI


DALLA SCUOLA PESENTI DI CASCINA RINGRAZIAMO: 

DARIO, CHIARA, FILIPPO, MATTEO, ARIANNA, MICHELA, STEFANIA GIGLI

EDUCATORI DI PONTENDERA:

CHRISTIAN, PIERLUIGI E MARINA

A CHI CI SUPPORTA E CI ACCOMPAGNA NELLE VARIE TAPPE DI RIFLESSIONE: 

DARIO CAPONE, DONATELLA GUIDI, RITA ROCCA, GIOVANNI PARDI, PAOLO CANTOLESI, SANDRO GARZELLA, FABRIZIO CASSANELLI

I NOSTRI FAN'S ACCANITI: 

MICHELA, FRANCESCA, MELANIA, LUCIA, CINZIA E SERGIO DALL'ARGENTINA

E INFINE UN SALUTO GRANDE, AFFETTUOSO A... 

...LUCA DONI CHE CI SUPPORTA, SOPPORTA E CI ACCOGLIE DANDOCI LA POSSIBILITA' DI CRESCERE E DI FLUIRE NELL'ETERE


UN SALUTO PARTICOLARE VA A VALENTINA: TI ASPETTIAMO PRESTO DI NUOVO CON NOI!!!



Attimo di Relax a Roma

Iscriviti via Email