venerdì 31 dicembre 2010

[2] 11a Puntata - 31 Dicembre 2010

 

E CON QUESTO "THE BEST OF 2010" VI AUGURIAMO UN FELICE 2011.
CI RISENTIAMO Il 14 GENNAIO

giovedì 30 dicembre 2010

IL NOSTRO INTERVENTO A "LA ZANZARA" SU RADIO24

Ieri sera è stata una grandissima occasione per tutti noi per portare la nostra esperienza a livello nazionale grazie alla trasmissione "la zanzara",
Un grazie particolare ad Alessio Maurizi e a tutta la redazione di Radio24


IL MEGLIO DEL 2010

Domani 31 dicembre alle ore 10:00 andremo in onda con una puntata speciale sul meglio del 2010 di collegamenti. Ascoltateci numerosi

martedì 28 dicembre 2010

OSPITI DE "LA ZANZARA" SU RADIO24

DOMANI, MERCOLEDI' 29 DICEMBRE DALLE ORE 18:30 ALLE ORE 20:00 SAREMO OSPITI DE "LA ZANZARA" SU RADIO 24.

DOVE ASCOLTARCI

FREQUENZE RADIO: http://www.radio24.ilsole24ore.com/frequenze.php?regione=toscana

SKY: Canale 700

INTERNET:  http://www.radio24.ilsole24ore.com/popup/diretta.php





sabato 18 dicembre 2010

[2] 10a Puntata - 17 Dicembre 2010

Il Natale si sta avvicinando. Si parla dei regali che rendono ancora più importante questa festa. Di come viene festeggiato. Si sono scelte due canzoni in tema natalizio. E la puntata è brevemente interrotta da un collegamento per l’aggiornamento sulla nevicata in corso. Gli auguri dalla redazione a tutti gli ascoltatori.


lunedì 13 dicembre 2010

Eventi del Progetto Homeless

Segnaliamo questi due eventi del Progetto Homeless


venerdì 10 dicembre 2010

Intervista a Margherita Hack



Durante la puntata di oggi abbiamo intervistato l'Astrofisica Margherita Hack, non c'è che dire che la nostra emozione era alle stelle. Potete riascoltare l'intera intervista cliccando sul player qui sotto

[2] 9a Puntata - 10 Dicembre 2010

Una puntata spaziale, sia per gli argomenti trattati sia per l’emozione che ci ha dato il potere intervistare Margherita Hack. L’astrofisica ha risposto ai nostri dubbi sull’Universo astronomico ma anche sull’Universo religioso e politico. La sua preparazione scientifica ci ha ulteriormente affascinato nel corso dell’intervista, che forse sarebbe durata ancora di più se non avessimo avuto dei limiti di tempo.

sabato 4 dicembre 2010

VENERDI' INTERVISTA A MARGHERITA HACK

VENERDI' PROSSIMO 10 DICEMBRE INTERVISTEREMO L'ASTROFISICA MARGHERITA HACK

SEGUITECI SULLE FREQUENZE DI PUNTO RADIO (91.1 - 91.6) O DIRETTAMENTE DA QUESTO BLOG

venerdì 3 dicembre 2010

Lo spazio di Silvia 6 (3 dicembre 2010)

Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi. E credo avesse ragione Eistein. Non c’è un limite,non c’è mai nessuna conquista durevole del buonsenso  a danno pregiudizi ne mai,nel mio piccolo,ho visto merito e giustizia vincere. Non ci sono parole standard e alla fine la ragione è degli stupidi tanto quanto di chi non ne ha: non importa se hai oggettivamente ragione,ti chiederanno di dimostrarla e farai fatica,e soprattutto non te la daranno. Tante persone parlano bene,ma una buona conoscenza della grammatica italiana,credo non possa sostituire o cambiare una persona,credo che chi parla bene non abbia sempre la fortuna di avere davanti uno stupido. L’unita di misura della stupidità non credo esista e probabilmente sarebbe inutile,e crearla sarebbe tempo dedicato,sprecato e aggiunto alla già innumerevole quantità che ce n’è in giro.
Tutti hanno delle opinoni e sono tutti straordinariamente convinti della loro validità,ma conosco gente capace di vendere i capelli della Barbie per oro in tessuto,persone che non ti guardano in faccia perché convinti di essere superiori,che non ti conoscono eppure ti giudicano,persone omologate tutte con la stessa uniforme ‘figa’. Già da adamo e Eva la maggioranza ha avuto molto importanza e,per quanto mi riguarda avrei pagato per essere nata stupida,se solo avessi saputo a cosa andavo in contro. Sono una persona estremamente insoddisfatta,ipercritica,mi rendo conto per la vita che ho avuto,merito della sofferenza,di quanti pregiudizi e di quanta cattiveria può arrivare ad avere la gente,dell’egoismo e della voglia di possedere sempre di piu a danno degli altri; sento persone lamentarsi delle cose più stupide come non avere la macchina stasera per uscire e farne una questione di vita o prendersela con qualcuno perché non ha la tua stessa idea,su una cosa veramente banale o superflua. Come ci sono persone che  ti sfidano ogni giorno cercando di metterti in difficoltà e che di fronte all’evidenza negano o,forse peggio,cambiano idea,chi usa parole senza un peso e chi acolta solo il suo orgoglio.
C’è chi ha paura di essere diverso e di dover battersi per essere ascoltato,chi teme il giudizio e chi non sa essere cinico,e c’è piu di un punto a favore di chi è nato sciocco e ride di tutte le cose,all faccia di  chi invece intuisce e capisce un problema per poi sopravvivere a quello.Chi parla senza sapere e parla senza pensare,che se ne frega e ragiona senza tener di conto i ragionamenti degli altri.
La stupidà tiene cattedra e spesso ho l'impressione che sia uno stile di vita,una corrente da seguire e delle poche certezze della vita.
Della serie: ‘’Trova l’intruso’’.

[2] 8a Puntata - 03 Dicembre 2010

E’ la terza puntata di una serie sul tema “L’Universo”. Si intervista un esperto che lavora a Virgo. Un’antenna interferometrica situata nelle vicinanze di Cascina, che ha una importanza notevole nel panorama delle apparecchiature per lo studio dell’Universo, in particolare delle onde gravitazionali. E’ una puntata a carattere scientifico, ma spiegata con termini semplici e facilmente comprensibili anche da chi non è grande esperto del settore.

venerdì 26 novembre 2010

[2] 7a Puntata - 26 Novembre 2010

Forse la redazione di “Collegamenti” si è spinta oltre ai limiti di un Universo ancora da esplorare e capire, quello di personaggi famosi come Margherita Hack. La quale aveva accettato di farsi intervistare telefonicamente, ma in diretta non ha risposto alla nostra chiamata. Mentre si ripetono i tentativi della regia di stabilire un contatto, si improvvisa un dialogo su quello che si voleva chiedere alla famosa astrofisica. Si parla tramite conoscenza personale di buchi neri e altri misteri cosmici, di big-bang e asteroidi e, infine, del progetto Virgo che studia le onde gravitazionali e ha sede nelle campagne cascinesi.

INTERVISTA A MARGHERITA HACK

Gentili Amici, putroppo per un problema tecnico l'intervista all'Astrofisica Margherita Hack che doveva andare in onda stamani è stata posticipata il 10 dicembre.
Ci scusiamo con tutti voi

lunedì 22 novembre 2010

VENERDI' INTERVISTA A MARGHERITA HACK


VENERDI' PROSSIMO 26 NOVEMBRE INTERVISTEREMO L'ASTROFISICA MARGHERITA HACK

SEGUITECI SULLE FREQUENZE DI PUNTO RADIO (91.1 - 91.6) O DIRETTAMENTE DA QUESTO BLOG
------------------------------------------------------
L'INTERVISTA A M. HACK E' STATA POSTICIPATA AL 10 DICEMBRE

Siamo su YOUTUBE

Collegamenti è anche su YOUTUBE dove saranno pubblicati tutti i video del nostro progetto radio.

venerdì 19 novembre 2010

[2] 6a Puntata - 19 Novembre 2010

La lettura di un brano scritto da Silvia, fa da apertura alla puntata. Segue un dibattito in studio sul tema: l’Universo. Ognuno dice liberamente quello che pensa sull’argomento. Interviene anche Dario, studente dell’Istituto Pesenti. Si conclude con la lettura di una poesia attinente al tema del giorno. E, infine, dando notizia di una festa.

Lo spazio di Silvia 5 (19 novembre 2010)

Nella notte affacciata alla finestra, con gli occhi aperti per vedere il buio, tocco tutte quelle cose che di giorno si nascondono. Mi soffermo, e ci sono i ricordi, le memorie, libri già scritti dall’esperienza, i biglietti d’auguri per il compleanno, come le carte da gioco con gli angoli consumati … Sento il sapore di una sigaretta viziata di sonnambulismo che fuma nell’aria gelida delle cinque del mattino. Ci sono scarpe passate di moda, barattoli di zucchero finiti e bottiglie d’acqua bevute; sguardi mai incrociati. Detersivi lasciati aperti, il rumore sordo di una porta che sbatte; arriva un messaggio alle dieci di domenica sera. Ci sono persone, e bagni senza specchio, ci sono acidi e inchiostri neri con le loro lamentele in un’agenda. C’è odore di pelle bruciata e una lettera in un cestino, c’è una bimba con la testa china che si brucia implorando una stella di farla salire. Ci sono meteore che non sono soltanto passate perché sulla spalla sento il respiro di un livido, effetto della collisione, ci sono pensieri in fila che girano e che si mordono la coda cercando il sole di una buona ragione per decidere di restare,e sopravvivere.
C’è il nero di una rabbia autentica, che fa da sfondo alla somma di me stessa, del potenziale di quello che sono e che ho, diviso per la vita. Si chiama Universo, forse, e allora le stelle sono tanti piccoli chiodini ai quali mi appendo disperata per restare impressa in quella foto un po’ bianca e un po’ nera. Finché non sceglierò di guardarla e di vedere una cosa enormemente importante parlare di me.
Mi slancio di scatto verso un buon vino rosso, anche se ogni volta che mi affaccio ho le ciabatte, e l’aria di chi non vuole correre, ma fermarsi a riflettere.
Un buon sessanta per cento di quello che c’è in me, sono punti interrogativi e la presenza di un umano che domanda al saggio, ogni circa diciotto secondi circa. E anche se, con tutta certezza, non c’è una risposta ad ogni domanda, e talvolta per una singola domanda ci possiamo permettere il lusso sfrenato di avere risposte multiple, ho ancora la certezza di essere lì, incredula di fronte all’amore e anoressica di giudizi positivi, nel mio universo. E in equilibrio su un foglio, tra quadrettini bianchi e parole di inchiostro nero.
Da quando ero scivolata sulla buccia di mela, la moda riserva modelli di versi diversi e ognuno ha reazione per ogni diverso su fumo. Ciascuno è atipico e a tratti conformista e per certi versi reazionario. Ognuno con una coscienza di sé diversa in tasca.

AUDIO 

mercoledì 17 novembre 2010

Viaggio a Roma (8-10 novembre 2010)

FotoAlbum del nostro viaggio a Roma :)



venerdì 12 novembre 2010

[2] 5a Puntata - 12 Novembre 2010

Al ritorno da un viaggio a Roma, dove si è svolta una conferenza sulla malattia mentale, la redazione decide di far conoscere al pubblico la storia personale di ciascuno, vissuta partecipando al progetto radio. Ci si collega poi con un’altra radio, legata alla salute mentale,  che ha sede all’Aquila. I pezzi musicali ascoltati sono di un gruppo musicale dell’Aquila presente alla conferenza.

giovedì 11 novembre 2010

RINGRAZIAMENTI

CHI E' PASSATO PER LA NOSTRA REDAZIONE:

STEFANO BAUER, ROSARIA CALABRITTO, FRANCESCO PANCANTI, GIUSY CHIARAMONTE, DESIREE, MARCO BOLOGNESI


DALLA SCUOLA PESENTI DI CASCINA RINGRAZIAMO: 

DARIO, CHIARA, FILIPPO, MATTEO, ARIANNA, MICHELA, STEFANIA GIGLI

EDUCATORI DI PONTENDERA:

CHRISTIAN, PIERLUIGI E MARINA

A CHI CI SUPPORTA E CI ACCOMPAGNA NELLE VARIE TAPPE DI RIFLESSIONE: 

DARIO CAPONE, DONATELLA GUIDI, RITA ROCCA, GIOVANNI PARDI, PAOLO CANTOLESI, SANDRO GARZELLA, FABRIZIO CASSANELLI

I NOSTRI FAN'S ACCANITI: 

MICHELA, FRANCESCA, MELANIA, LUCIA, CINZIA E SERGIO DALL'ARGENTINA

E INFINE UN SALUTO GRANDE, AFFETTUOSO A... 

...LUCA DONI CHE CI SUPPORTA, SOPPORTA E CI ACCOGLIE DANDOCI LA POSSIBILITA' DI CRESCERE E DI FLUIRE NELL'ETERE


UN SALUTO PARTICOLARE VA A VALENTINA: TI ASPETTIAMO PRESTO DI NUOVO CON NOI!!!



Attimo di Relax a Roma

venerdì 29 ottobre 2010

LA PROSSIMA SETTIMANA NON ANDREMO IN ONDA

L'APPUNTAMENTO E' PER VENERDì 12 NOVEMBRE

[2] 4a Puntata - 29 Ottobre 2010

La puntata prende spunto dalla partecipazione come uditori ad una conferenza tenutasi a Volterra, riguardante l’uso della voce nella terapia riabilitativa,in particolare, nel caso di disagio psichico. Si apre quindi con una discussione sul significato della voce per ognuno, per ogni singola esperienza di vita dei partecipanti alla chiacchierata, tra i quali anche un alunno dell’Istituto Pesenti. Si arricchisce la puntata grazie a due interviste realizzate proprio durante il convegno. Un’intervista al cantante Diego Caravano, del gruppo “Neri per caso”, che parla della sua esperienza riguardo all’argomento voce. Una seconda intervista fatta ad una educatrice (Michela Falorni) che si occupa di seguire le lezioni di canto corale fatte nell’ambito della Salute Mentale di Volterra. Anche in questa puntata Silvia partecipa con una sua riflessione personale sull’argomento.

Lo spazio di Silvia 4 (29 ottobre 2010)

E’ facile barattare tre minuti delle mie sere con un briciolo di comprensione, mi basta ricordare di caricare il mio iPod. E’ un compromesso con me stessa, un buon compromesso efficace nel sentirmi meno peggio. Premere “ ricerca” e poi il tasto play è dannatamente più facile e veloce, e sono sincera con me stessa: qualcuno canta emozioni e io mi emoziono di ricordi e rimpianti.
La verità è che la voce mi frega, è un coltello con cui metà di me ha deciso di punire l’altra metà. Senza nessun criterio, né coraggio, senza beneficio del dubbio sulla qualità delle mie idee, né croste di comprensione.
Per comunicare scrivo, scrivo di me e della mia insoddisfazione, chi se ne frega se uso una penna nera, blu, o gialla, il significato sta nella sostanza, nelle righe che scorrono e che spesso sembrano già nell’inchiostro di una penna. Nessuno mi controbatte, e scivolo giù fino al punto, sicura ma non troppo leggera. Le mani sudano ma c’è un che di gagliardo in me.
Chi vince in amore, chi si arrabbia con la vita, chi critica o chi approva, chi vive dentro un ricordo e chi vive punto, chi parla di sé o del pezzetto che di sé ha un altro, chi è felice o chi è stufo, la musica mi parla e mi capisce, mi dà la possibilità di scegliere la stessa emozione trenta volte, al volume che voglio, e senza aver mai sbagliato.
Qualche ricordo fa scrissi una lettera vera, pesante e forse innamorata, scrissi di qualcosa che probabilmente non mi avevano mai presentato, né avevo mai conosciuto, sembrava il testo di una canzone, volle che a leggerla fossi io, a ogni capoverso moriva un pezzetto di me. Ma aveva capito: aveva centrato il punto e stava strangolando quel nervo. E poi Freddy mi urlava nelle orecchie “ Show must go on”.
Mia madre mi regalò un CD, la mattina di uno dei giorni più massacranti di sempre. Mi sentivo in quel fosso di cui parlava De André, e  quella mattina in un gesto aveva detto tutto e per due anni di chilometri lontano mi parlava tutte le sere.
Ho urlato dal giorno in cui mi sono conosciuta, ho faticato a controbattere e facile era legare la rabbia, e dominare i silenzi incompresi e giustificati solo da una flebo.
Sono il boss dell’autocritica e sparo a zero su me stessa a perdigiorno, questione di autostima mi ripetono e mi dico.
La voce chiede ascolto e chiede di essere capita, ma è l’ennesima domanda sul filo di una risposta in stand-by.
E scrivo del solito urlo di equilibrio.

AUDIO

giovedì 28 ottobre 2010

Intervista a Diego Caravano dei Neri per caso

In un convegno a Volterra abbiamo intervistato il cantante dei Neri per caso: Diego Caravano

venerdì 22 ottobre 2010

[2] 3a Puntata - 22 Ottobre 2010

Per dare voce alle proteste nei confronti di chi considera la formazione alla pari di una cosa e non un diritto, la redazione ha deciso di portare alla luce la propria esperienza. Silvia parla ancora di sé nello spazio a lei dedicato. Si raccontano, quindi, le proprie storie, con tutti i problemi affrontati negli anni scolastici, proprio ad evidenziare come più che tagli la scuola abbia bisogno di vere riforme, e che forse queste non basteranno mai per rendere la scuola giusta per ogni persona, a seconda delle esigenze di ciascuno.

Iscriviti via Email